P.I.T.

 Il Piano di Indirizzo Territoriale P.I.T. del Comune di Carmignano riconosce:

(i Beni sottolineati sono quelli che al momento sono attraversati dalla Via Medicea )

 giardini di valore storico:  

sono  stati  individuati  e  inventariati  i  giardini  di  pertinenza  a  Ville  o Fattorie più significativi del territorio, che oltre alla peculiarità della loro componente floristica hanno mantenuto un loro originario disegno architettonico storico di pregio

  • Fattoria La Serra
  • Fattoria Le Falene
  • Fattoria Le Farnete
  • Fattoria di Calavria
  • Villa S. Venera
  • Villa di Vivaio ( Villa Vittoria )
  • Villa di Artimino
  • Villa di Trefiano
  • Fattoria il Poggiolo
  • Fattoria di Capezzana
  • Villa Banci

(...)

le  grandi  Ville-Fattoria  di  impianto  rinascimentale,  sorte  come  capisaldi  (“case  da  signori” appartenenti  a  nobili  famiglie  fiorentine)  del  territorio  agricolo  il  cui assetto si è sostanzialmente conservato  fino  ai  giorni  nostri.  Tra  questi  di  assoluta  rilevanza  storico-architettonica  è 

  • la  Villa Medicea  di  Artimino  (“La  Ferdinanda”) 

realizzata  da  Bernardo  Buontalenti  per  il  granduca Ferdinando  alla  fine  del  XVI  secolo. 

Altre  ville  di  notevole  pregio  sono: 

  • Villa  I  Renacci  a Carmignano ( Villa Cigheri )
  • Villa di Capezzana
  • Villa Banci ( Fattoria di Bacchereto )
  • Villa Bardazzi ( Il Poggiolo )
  • Villa La Serra
  • Villa delle Farnete
  • Villa delle Falene
  • Villa delle Ginestre
  • Villa di Calavria
  • Villa del Loretino.

Si aggiungono a queste alcuni edifici e complessi colonici di buona fattura tra i quali:

  • Complesso del Colombaione a Comeana;

Gli  edifici  religiosi  (pievi  o  abbazie)  tra  i  quali  emergono:

  • la  Pieve  Francescana  di  S.  Michele  e Francesco a Carmignano;
  • la chiesa di S. Giusto in località Pinone (uno dei più interessanti edifici romanici del territorio),
  • la pieve di S. Leonardo nei pressi di Artimino (rarissimo esempio di struttura preromanica);
  • la Chiesa di S. Michele a Comeana.

 

 

"verifica di conformità con la disciplina paesistica Il territorio comunale di Carmignano ricade interamente nell’”Ambito Collinare del Montalbano” per il quale il P.T.C. conferma gli obiettivi di qualità indicati dal PIT Regionale. In coerenza con il P.S. il R.U. verifica la coerenza con gli obiettivi di qualità attraverso:

- tutela delle aree di elevato valore botanico e di biodiversità e riconoscimento del valore paesistico delle condizioni di naturalità delle aree boscate. Oltre alla formazione delle ANPIL di Artimino e Pietramarina

il P.S. dispone azioni conservative per:

- Biotopi ed aree a valenza agro-storica, in particolare:

  • Lecceta di Pietramarina: bosco unico per composizione specifica e per struttura;
  • zona ai piedi del Poggio Castellare caratterizzata da una fitta presenza di terrazzi a secco ben mantenuti, destinati alle colture tradizionali
  • Gariga di Montiloni: rarità vegetazionale e floristica per il territorio della provincia di Prato;

- Aree di valenza naturalistica in particolare Aree boscate (Barco reale) in funzione di conservazione e arricchimento della biodiversità;

- conservazione degli aspetti caratterizzanti del paesaggio agrario- valorizzazione del ruolo territoriale del sistema Ville-fattoriaAntichi impianti, spesso ben conservati, appartenenti a grandi famiglie che hanno inciso sull’evoluzione del territorio rurale. Il R.U. ne conferma il ruolo di Capisaldi storici e poli attrattori per il turismo.

- valorizzazione degli insediamenti storico archeologici il R.U. ne sottolinea la rilevante presenza nel territorio comunale e ne definisce le azioni di tutela e valorizzazione anche al fine della promozione di un turismo ad indirizzo culturale.

Oltre alla conservazione e tutela delle preesistenze di valore storico-architettonico (Ville-fattoria; Chiese e Pievi; porzioni residue del muro di cinta del Barco Mediceo e dell’acquedotto Mediceo) il R.U. conferma gli indirizzi del P.S. relativi a:

  • formazione del Parco Archeologico di Prato Rosello per la valorizzazione della necropoli e del patrimonio etrusco nell’area;
  • valorizzazione dei siti archeologici di Comeana;
  • valorizzazione dell’area archeologica di Pietramarina ancora in fase di scavo da parte della Soprintendenza Archeologica;
  • tutela del borgo storico di Artimino nella sua attuale configurazione e della Villa Medicea “La Ferdinanda” compresa la salvaguardia del contesto paesistico circostante. - indirizzi di promozione dell’agricoltura di qualità presente e caratterizzante il territorio rurale con le colture dell’olivo e dei vigneti. Gli indirizzi sono richiamati in particolare negli articoli delle N.T.A. del P.S., ai quali il R.U. rimanda, relativi ai Sottosistemi di Capezzana e Artimino, aree di consolidata e affermata produzione vinicola di alta qualità;" (cit fonte http://allegati.comune.carmignano.po.it/dl/20130802152541905/rapporto_ambientale.pdf )